Bilancio Sociale 2010/11 – ciò che è stato fatto e il rapporto con gli studenti

15 marzo 2012 di

Come descritto negli scopri statutari, l’associazione socio-culturale Asinu ha svolto negli anni un’attività di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e ha promosso la sua missione sociale attraverso molteplici attività. L’entità associativa Asinu nasce nel marzo del 2009 da un gruppo di studenti-cittadini che decidono di riunirsi per diffondere un’idea comune di società e d’informazione per mezzo di una serie di strumenti quali attività culturali, la pubblicazione di un bollettino cartaceo, creazione e gestione di un sito web, e altro. Già da prima, nel 2008, il collettivo muoveva i primi passi nell’associazionismo studentesco cercando di seguire e animare il dibattito che portò a quel grande movimento chiamato “l’Onda” che animò le proteste nell’autunno caldo. Dopo un anno i fondatori del progetto seguono altre strade e l’Onda Anomala sembra non impaurire più nessuno dei “piani alti”.

Ma nel settembre del 2010 l’energia assopita dell’Asino si risveglia e un nuovo gruppo di studenti-cittadini decide di continuare la geniale idea dell’Asinu. Nell’ottobre del 2010 tra riflessioni critiche sulla politica e le proteste per la riforma dell’Università Pubblica (finite con la legge n. 240/10 del 30 dicembre 2010) nasce il primo numero del bollettino studentesco targato Asinu. Attraverso gli strumenti del bollettino cartaceo e del blog questo nuovo collettivo di studenti seguirà costantemente il dibattito intorno ai grandi temi che segneranno l’Italia nei mesi a seguire: la riforma del sistema economico e scolastico, la disoccupazione giovanile e la precarietà del lavoro, il dibattito intorno ai beni comuni (acqua, giustizia, energia) e, infine, il fallimento delle pratiche di rappresentanza politica a favore dello sviluppo di esperienza spontanee di partecipazione civile alla politica e alla società. Asinu è stato un attento osservatore di tutte queste dinamiche ed ha contribuito attraverso articoli, analisi, confronti e la diffusione di un sistema d’informazione sempre ispirato al libero confronto e alla pluralità di posizioni.

Il bilancio sociale dell’anno 2010/11 di Asinu Press (piattaforma d’informazione dell’entità Asinu) può essere riassunto attraverso statistiche e temi. Come specificato nell’introduzione, le porzioni di realtà prese principalmente in considerazione sono state l’Università degli Studi di Salerno e il territorio locale (Salerno e provincia), regionale (Campania) e nazionale.

Asinu Press è stato:

  • Bollettino Cartaceo: Nell’anno 2010 il bollettino è stato distribuito principalmente all’Università degli Studi di Salerno ma anche durante convegni, incontri e manifestazioni in tutto il territorio regionale. Sono stati prodotti 7 numeri mensili, oltre 4 mila copie distribuite, 80 articoli scritti. Hanno lavorato al progetto 15 studenti. Gli articoli hanno trattato in sintesi: Arte (musica, fumettistica, letteratura, cinema, recensioni), Interviste (Franco Tavella, Pupi Avati, Luca Polese Remaggi, Rossana Prezioso, Domenico Fruncillo, Antonello Petrella), Università (stage, tirocini, diritto allo studio, erasmus, fuori sede, rappresentanza e democrazia, elezioni studentesche, associazionismo e monitoraggio dei movimenti sociali), Italia (analisi del contesto sociale, politico ed economico, Referendum e Democrazia diretta, libertà d’espressione, Costituzione, giornalismo e partecipazione).  Il mensile è stato completamente indipendente senza ricevere nessun finanziamento pubblico. I costi di produzione venivano ammortizzati con contributi spontanei dei lettori o auto-finanziamento. Ogni eccesso di guadagno è stato raccolto in un fondo comune che è stato utilizzato sempre per le attività sociali dell’associazione;
  • Piattaforma d’informazione Online comprendente:
  1. 1. Blog collettivo d’informazione: Sito web rispondente all’indirizzo www.asinupress.wordpress.com166 articoli all’attivo, 12.000 visite dall’inizio (novembre 2010), 232 pagine condivise attraverso i social network. Gli articoli hanno trattato in sintesi: dalla realtà universitaria alla realtà locale (disservizi, eventi particolari, recensioni musicali e letterarie), cronaca in presa diretta di eventi rilevanti (attacco hacker alle università italiane, proteste e scontri No Tav, scioperi e disservizi legati ai tagli al trasporto pubblico regionale, manifestazioni studentesche), monitoraggio dei movimenti studenteschi, analisi sulla democrazia, sulla partecipazione, sulle strutture, sulle inefficienze ed i ritardi burocratici dell’Università degli Studi di Salerno, articoli di varia natura (politica, sociale, civile) in stretto contatto con le testate nazionali, critiche e osservazioni per arricchire il dibattito nazionale;
  2. 2.    Pagina Facebook: con nome Asinu Press, 1159 contatti;
  3. 3.    Canale Youtube: rispondente all’indirizzo http://www.youtube.com/user/PressAsinu – 4 video caricati, Visualizzazioni totali caricamenti 1,437, 148 visualizzazioni al canale;
  4. 4.    Account Twitter: indirizzo http://twitter.com/#!/AsinuPress – 73 tweet, 114 persone seguite, 29 persone seguono il canale.

Considerando che le attività di scrittura sono state sempre spontanee, indipendenti e gestite seguendo gli impegni di ogni studente, il bilancio sociale del progetto può dirsi molto incoraggiante. L’opera d’utilità sociale e di arricchimento del dibattito culturale e sociale svolto dal progetto Asinu Press ha prodotto un circolo virtuoso di conoscenza intorno al quale si sono sviluppate moltissime discussioni. Infatti, una delle principali missioni dell’associazione è proprio quella di monitorare e approfondire i temi che sono fondamentali per la crescita spirituale del cittadino e per la sua partecipazione attiva all’interno della società. Asinu Press è risultato essere un luogo di confronto e di dialogo ma, soprattutto, uno strumento di auto-formazione per elaborare una coscienza critica necessaria alla formazione intellettuale dell’individuo (studente-cittadino). Nato come momento incerto ed extra-curriculare, la continuità di questo progetto vuole aspirare ad essere un’esperienza di forte capacità istruttiva e disciplinare.

 Come descritto finora, il progetto Asinu Press è la rappresentazione della volontà di un gruppo di studenti universitari di fare un’opera di utilità sociale e accrescimento dell’attività culturale e sociale al di là del prefissato percorso universitario. Il progetto vuole essere da stimolo per chiunque abbia la  passione per la scrittura e l’in-formazione a sviluppare un’attitudine seria e produttiva al confronto e, inoltre, vuole costruire uno spazio culturale attivo e giovane che possa comprendere ogni studente-cittadino. Il rapporto con lo studente si fonda proprio sui concetti di: attenzione, responsabilità, utilità, rispetto e conoscenza. Chiunque condivida la capacità di essere attento alle dinamiche del proprio ambiente, chiunque si senta responsabile delle azioni che compie come cittadino e come studente verso la collettività, chiunque voglia essere d’utilità attraverso lo strumento della scrittura e dell’informazione e chiunque voglia sviluppare rispetto e conoscenza per accrescere se stesso come individuo è il benvenuto all’interno di questo spazio.