Caccia al libro: si richiedono nuovi investigatori!

13 ottobre 2016 di

Che ne direste di indossare le vesti del più noto detective della storia per un giorno? Diventereste i nuovi Sherlock Holmes dell’Università degli studi di Salerno.

Mercoledì 19 ottobre dalle 9:00 alle 18:00 potrete scoprire enigmi che vi porteranno alla ricerca di libri di qualsiasi genere. Tutto quello che dovrete fare è restare sintonizzati sulla pagina facebook dell’evento “Caccia al libro”. Saranno pubblicati indovinelli e foto-indizi che vi guideranno verso uno dei nostri assassini e ladri di libri. Gli indizi saranno resi noti in diversi orari della giornata e potrete decifrarli in tempi brevissimi (altrimenti che Sherlock Holmes sareste?), così da non farvi perdere ore di lezione. Ad ogni indizio corrisponderà un libro, sarà una corsa contro il tempo e contro gli altri investigatori!

L’iniziativa, a cura dell’associazione studentesca Asinu, vi porterà alla ricerca della cultura e alla socializzazione, poiché potreste trovarvi a parlare con una vittima anziché con l’assassino. Rischiate di ritrovarvi in mano un libro che avrete già letto o che non vi piacerà, questo è sicuro, ma qual è il problema? Pensate in positivo! Avrete salvato un libro che rischiava di non uscire più dal ripostiglio e di non avere più un proprietario. Non solo sareste degli investigatori, ma diventereste anche degli eroi!

Asinu tempo fa ha collaborato con la biblioteca E.R Caianello nella realizzazione del bookcrossing #Libriamocitutti, gestendo uno scaffale in cui gli studenti potevano lasciare alcuni dei loro libri e sceglierne altri senza alcuna regola precisa, solo quella di far raccontare ai libri la loro storia in qualsiasi posto. Alla fine di questo progetto alcuni libri hanno dovuto fare silenzio, passando molto tempo chiusi al buio. Con questo evento, Asinu vuole concedergli una nuova occasione per parlare e far emozionare i lettori. Per questo nuovo evento, collaborerà con noi anche la casa editrice Area Blu Edizioni, mettendoci a disposizione alcuni dei suoi testi!

Ricordate “Un libro deve essere un’ascia per il mare ghiacciato che è dentro di noi”.

I libri salvano la vita, ci rendono liberi e consapevoli.

Detto questo, la partita è aperta! Lunga vita all’istinto.

In bocca al lupo miei cari Sherlock.

Francesca Bianco