Fondazione Unisa sotto accusa: i perchè spiegati da Adalgiso Amendola

3 luglio 2016 di

Unisa: la calda estate dei lavoratori addetti ai servizi di pulizia sembra essere solo all’inizio.  Il nodo della questione è il contratto che legherà i dipendenti addetti ai servizi di pulizia all’Università, poiché è stata accettata una proposta d’asta al ribasso del 40% (per maggiori dettagli clicca qui). Poco controllo sull’agire di chi ha emanato il bando d’asta, questo il pensiero generale tant’è che lunedì l’associazione universitaria Link Fisciano chiederà la chiusura di Fondazione Unisa, per manifesta inadeguatezza.

Tra coloro che portano avanti l’idea di una centralizzazione dei poteri c’è anche un gruppo di docenti,  tra cui Adalgiso Amendolache ha esposto le criticità di una gestione separata dei servizi: “La Fondazione fu creata per una migliore gestione dei servizi – afferma il professore – si pensava che creando un soggetto di diritto privato, che gestisse i servizi dell’ateneo,Addetti pulizie Unisa le cose sarebbero andate per il meglio”. Oltre il danno la beffa, così verrebbe da pensare, considerando che la procedura, con cui la Gioma Facility Managiament srl ha vinto l’asta, è perfettamente legale. “Dal punto di vista procedimentale l’asta è lecita – commenta il professore Amendola – il problema è che chi doveva vigilare affinché fossero garantiti i diritti dei lavoratori non l’ha fatto. L’idea alla base della Fondazione era quella di assicurare maggiore trasparenza e efficienza, tuttavia la trasparenza è per lo più formale, mentre per l’efficienza si sta puntando al risparmio”.

Il ritorno ad una gestione accentrata dei diversi servizi del campus significherebbe un maggior controllo da parte degli organi di via Giovanni Paolo II. “L’ateneo è comunque responsabile di quello che offre, poco importa che le gare siano effettuate da un soggetto privato, in questo caso – ricorda il docente – è mancato un controllo a livello centrale, sono stati lasciati soli i lavoratori, che hanno visto un drastico taglio del loro monte ore”. Domani inizierà una nuova settimana, che però già si preannuncia rovente per entrambi gli schieramenti in campo.  

 

Tommaso Mauro