La Pop Economix arriva a Salerno… vero o falso?

21 novembre 2014 di

E’ difficile pensare che le vite di un dipendente statale, di un banchiere, di un politico e di un ricco speculatore finanziario abbiano qualcosa in comune. Quanto è impensabile che un insegnante debba lavorare 4206 anni, per guadagnare quello che un dirigente guadagna in 1 solo anno. Ancora più assurdo è poter credere alla veridicità della storia di Jack, un americano ingenuo e sprovveduto, che ha creduto nel sogno di comprare una casa ed ora è sommerso di debiti perché non riesce a pagare più il mutuo.

Tante frottole tutte insieme non si erano mai sentite. Chi sta leggendo quest’articolo non avrà mai sentito parlare di storie del genere nella vita reale. Neanche riesce a immaginare certi problemi così fantasiosi. Vero?

La vita reale è un’altra. Falso?

Clicca per ingrandire

La TARI – la nuova tassa sui rifiuti da pagare entro il 31 dicembre – sarà la più alta dal 2007; nonostante la crisi però ci danno 80 euro in busta paga. Gli studenti con poco reddito non ricevono le borse di studio; ma se non ci sono soldi, in tempi di crisi, si dovrà pur risparmiare da qualche parte. I servizi sanitari non possono essere gratuiti e a prezzi sociali; l’assistenza sanitaria è essenziale, ma siamo in tempi di crisi. Il mal tempo arriva, le case crollano e qualcuno muore; ma le comunità montane sono un ingente costo pubblico, c’è crisi e qualche taglietto va fatto. Vero e falso.

Anche quando non esce l’acqua calda dal rubinetto “c’è crisi!” sembra essere l’unica spiegazione possibile, è l’unica giustificazione che diamo a noi stessi per autoconvincerci che tutto quel che dicono debba essere fatto, va fatto e non c’è altro da fare.

Qui sta la sfida: “restituire significato e spessore narrativo a parole abusate rendendo tutti, ma proprio tutti, in grado di capire e dunque di scegliere, liberamente e consapevolmente”. E’ questo l’intento di Pop Economix, lo spettacolo teatrale di Alberto Pagliarino che mette in fila fatti, nomi e meccanismi che hanno fatto irruzione nella nostra vita quotidiana, nelle nostre più profonde e radicate convinzioni, nelle nostre speranze.

Uno spettacolo popolare, adatto a tutti, documentato e quanto più possibile oggettivo, grazie al supporto scientifico di Roberto Burlando (Università degli Studi di Torino) e Marco Ferrando (Il Sole-24Ore).

Se volete saperne di più e spendere 1 ora (senza pubblicità) di una vostra quotidiana giornata, e trascorrere una serata alternativa,venite a vedere “Pop Economix Live Show”. Lo spettacolo andrà in scena venerdì, 21 novembre, alle ore 19:30, presso la sala M.L. King (locali sottostanti la Parrocchia Volto Santo) di Salerno.

L’iniziativa si terrà in occasione della “Fiera dell’economia solidale…testimonianze di cambiamento“, promossa da Libera presidio F. Morlando di Salerno insieme aBottegaia, EquAzione, equoCaffè, Rete RadièResch, Arcipelago Scec, Movimento della decrescita felice, Oasi, Il Portico, Comitato Acqua Pubblica, Parrocchia Volto Santo e la rete dei G.A.S. – Gruppi di Acquisto Solidale di Salerno.

Marco Giordano Wave

Ringraziamo il sito di Libera Salerno