Unisa: corsi di inglese gratuiti per tutti?

29 agosto 2016 di

Un trampolino di lancio verso il mondo. Ecco cosa dovrebbe essere un’università, ed ecco perché l’Università degli Studi di Salerno ha inserito l’internazionalizzazione tra gli obiettivi chiave del prossimo anno accademico. Il rettore Aurelio Tommasetti lo aveva anticipato lo scorso 28 luglio durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo Piano Tasse e lo ha riconfermato con una lettera rivolta agli studenti, circolata sui suoi canali social nelle scorse settimane. Oltre alle svariate occasioni di mobilità in uscita, e all’introduzione, nell’offerta formativa, di corsi di laurea articolati completamente in lingua inglese, si è parlato anche e soprattutto della possibilità di frequentare gratuitamente corsi di lingua straniera presso il Centro Linguistico di Ateneo (CLA).

La novità ha inevitabilmente entusiasmato gli studenti, ma in un secondo momento qualcuno ha iniziato a chiedersi se non ci fosse un trabocchetto. I corsi di cui parlava il rettore sono gratis proprio per tutti? Per fugare ogni dubbio, noi di Asinu abbiamo contattato gli uffici del CLA, e il dottor Antonio Natale, coordinatore e responsabile tecnico-didattico, ci ha segnalato alcune inesattezze nelle informazioni circolate fino a questo momento.

Per l’anno accademico 2016/2017 saranno gratuiti i corsi di lingua italiana per gli studenti stranieri, mentre solo gli studenti iscritti presso i dipartimenti convenzionati con il CLA potranno frequentare gratuitamente corsi di lingua straniera con personale madrelingua e acquisire l’attestato equivalente ai livelli B1 e B2. Le convenzioni attualmente attive valgono per i seguenti dipartimenti:

  • Dipartimento di Scienze Aziendali, Management & Innovation Systems
  • Dipartimenti di Scienze Economiche e Statistiche
  • Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale
  • Dipartimento di Scienze Umane, Filosofiche e della Formazione
  • Dipartimento di Studi Umanistici
  • Dipartimento di Scienze Sociali, Politiche e della Comunicazione

Il dott. Natale ci ha anche comunicato che quest’opportunità, dall’anno accademico 2017/2018, sarà allargata a tutti gli studenti dell’Ateneo.

Piccole vogate da parte dell’Unisa perché l’istruzione continui a remare nella direzione contraria rispetto alla deriva culturale in cui la paura rischia di trascinare i giovani. Continuare a sentirsi cittadini del mondo, oggi, è un atto di estremo coraggio.

Valentina Comiato

…Ma…
Leggi anche: Unisa – la bufala delle certificazioni di inglese gratuite 

 

  • Roberta Olivieri

    ma la certificazione di che tipo è? grazie per l’articolo