Unisa: esami al buio per gli studenti di Giurisprudenza

18 gennaio 2017 di

Ancora malcontento tra gli studenti di Giurisprudenza dell’ UniSa e ancora per ragioni didattiche. Ma procediamo con ordine. Dall’anno accademico in corso vi è stata un’innovazione al Regolamento didattico per le sessioni d’esame, che sono state rimodulate rispetto agli anni precedenti. E’ stato eliminato l’appello del mese di marzo e sostituito con quello di gennaio. Sono state poi previste due date d’esame nel mese di giugno, mentre gli altri appelli sono rimasti immutati. Già questa variazione aveva generato forti scontri tra gli studenti entusiasti di questo cambiamento e altri che invece vedono questa modifica come un disastro. Ma la questione si è di nuovo rianimata in seguito alla mancata comunicazione da parte della maggior parte dei docenti (o la mancata comunicazione da parte degli uffici competenti, non si è ancora capito) delle date e degli orari per le prove di febbraio 2017.

A un mese dall’inizio degli esami di febbraio 2017, agli studenti non è dato sapere con precisione quando dovranno essere valutati. Lo stesso articolo n.13 del Regolamento specifica che ”il periodo di svolgimento degli appelli d’esame viene fissato all’ inizio di ogni anno accademico” e che ”il calendario degli esami, delle altre prove di verifica e delle prove finali è regolarmente reso pubblico sul sito Web di ateneo e del CdS e comunicato con congruo anticipo ”. Queste statuizioni apparentemente non sono state rispettate e gli studenti si sono scagliati sui gruppi Facebook contro docenti e rappresentanti. Scrive, tra gli altri, Carla: “mi chiedo come sia possibile che in questa università invece di andare avanti andiamo indietro. Vorrei sapere se qualcuno si sta interessando nel farci ottenere queste benedette date di febbraio e soprattutto se ha intenzione o meno di battersi per farci avere un appello ulteriore per i fuori corso! Non è possibile rassegnarsi così all’ indifferenza di professori che dovrebbero semplicemente svolgere il proprio lavoro!”. Allo stato attuale un solo docente ha provveduto a rendere note le date in questione.

I rappresentati, dal canto loro, affermano di aver sollecitato continuamente i professori e gli uffici per la pubblicazione delle date e assicurano che le stesse saranno rese note nei prossimi giorni.

Maria De Paola