Zona DaViMus: Siamo tutti Irresponsabili & Zuzzerelloni

25 gennaio 2012 di

Con l’uscita del numero cartaceo di Gennaio/Febbraio, Asinu Press pubblica l’intervista doppia completa a Maurizio e Michele (Irresponsabili & Zuzzerelloni), due studenti DaViMus autori di una serie video ricca di ironia e denuncia sul loro corso di laurea e sull’UniSa. Per seguire la serie su Youtube: Canale EdoneFilms88

  • Cos’è Irresponsabili & Zuzzerelloni? Come e perché è nato?

Immagine realizzata da Gabriella De Crescenzo

MAURIZIO VENTURIERO – Quasi due anni fa abbiamo realizzato un video per un esame. Questo video era molto ironico nei confronti dell’esame e la cosa non piacque al professore che ci chiamò Irresponsabili e Zuzzerelloni.

MICHELE NOTIZIA – Beh diciamo che ci chiamò irresponsabili perché avevamo fatto un video sul nostro zuzzerellare in giro.

M.V. – Per molto tempo abbiamo inseguito l’idea di fare un sequel, ma non ci veniva un’ idea decente. Avevamo ore e ore       di cazzeggio senza senso.

M.N. – Dall’originale avevamo scartato diverso materiale.

M.V. – All’inizio volevamo solo zuzzurellare in dei video come fanno in tanti su youtube. Quindi perchè noi no?

M.N. – Solo che poi ci siamo fatti il fegato amaro a causa di problemi nella nostra facoltà, in concomitanza con le nostre situazioni universitarie. È diventata una serie che voleva RACCONTARE.

M.V. – Far riflettere.

M.N. – E riderci un po’ su.

  • Dai vostri video s’intuisce la natura critica e spiritosa con cui vi approcciate all’Università degli Studi di Salerno e, in particolare, al Davimus: quali sono per voi le problematiche più importanti da tenere in considerazione per il Davimus? Cosa criticate, cosa vi piace e cosa no?

Immagine realizzata da Gabriella De Crescenzo

M.V. – I simpaticcisimi sono nella nostra facoltà… I simpaticissimi sono in tutta Italia e si vede a cosa ci hanno portato.
Il davimus poteva essere una gran cosa, ma grazie a loro si è perso per strada. Essere un piccolo corso artistico all’interno di una facoltà che di artistico ha poco, in questo periodo poi così strano, è davvero dura. Esiste molto menefreghismo simpaticcismo e irresponsabile (anche più di noi), organizzazioni che sono dure da buttar giù, ma soprattutto parecchia presunzione che è stata trasmessa anche a molti dei nostri colleghi che sono entrati in un meccanismo in cui se non leccano il deretano ai docenti pensano di non poter andare avanti.
C’è chi ne è cosciente ed è molto simpatico e c’è chi non se ne accorge e poi c’è chi invece si fa il culo. Sono tutte le persone che noi intervistiamo che valgono davvero ma che si trovano a farsi il culo doppiamente perché non vogliono essere come questa gente. La cosa più insopportabile nella nostra facoltà è che si prendono troppo sul serio. Prendersi in giro non è nel loro vocabolario. Per questo esistiamo noi e lo facciamo per fargli prendere coscienza della situazione… anche se il nostro vero pubblico è la gente che si fa il culo e che fortunatamente ci vuole bene e ci segue.

M.N. – Anche altre persone che non fanno parte del davimus ci seguono e apprezzano il nostro lavoro anche perché tutto il mondo è paese e queste cose succedono anche in facoltà più grandi ed organizzate.

  • Produzione cinematografica fai da te: cosa consigliereste a chi vuole iniziare? 

Come sopra

M.V. – L’autoproduzione presto diventerà l’unica possibilità per fare arte in questo paese…
Consigli? trovatevi ‘na fatica. Se esistono altre ricette noi le aspettiamo… Ho un’associazione cinematografica EdonèFilms che realizza video di svariati generi a costi zero e con strumentazioni di fortuna. Diciamo che auto produce IEZ ma non ditelo in giro. I consigli andateli a cercare su youtube nei video di The Jackal e Cane Secco… noi siamo davvero all’inizio. La nostra serie, almeno per adesso, mescola lo stile delle web TV di denuncia (con tutti i suoi difetti tecnici) con uno più cinematografico… anche se è sempre un continuo work in progress.

  • Idee bizzarre per il futuro?

M.V. – L’unico progetto che abbiamo per adesso è l’ episodio 7… anche l’8…  e se ci garba anche il 9.

M.N. – Se ci riesce e non ci sbattono fuori vorremo continuare fino alla laurea… incrociamo le dita.

* Segui Irresponsabili & Zuzzerelloni anche su Facebook!

Emanuele Siano