Summer Law School: ai nastri di partenza la terza edizione

2 luglio 2017 di

È forse l’ambiente, il più nevralgico degli argomenti riguardo al quale si consuma il dibattito contemporaneo, non ultima la decisione del presidente americano Donald Trump di sottrarre la presenza della nazione dagli Accordi di Parigi di cui tanto si era fregiato il suo predecessore. Questo il tema della terza edizione della Summer Law School proposta da ELSA Salerno insieme con la cattedra Jean Monnet HEALTHY e l’osservatorio ODUBSA, diretti dalla docente di Diritto Internazionale all’Università degli Studi di Salerno, professoressa Stefania Negri.

Circostanza per l’inaugurazione dell’evento, la conferenza in data lunedì 3 luglio alle ore 10.00 presso l’Aula dei Consigli cui l’argomento di discussione sarà il contributo che le corti e i tribunali internazionali forniscono alla tutela dell’ambiente e della salute. Anche quest’anno, infatti, l’iniziativa avrà quale argomento essenziale il Diritto Internazionale ed Europeo all’Ambiente. Articolato in una settimana di incontri, corsi e workshop, il progetto sarà avviato domenica 2 luglio sino al 9 dello stesso mese per una durata complessiva di venti ore: come ogni anno studenti di tutta Europa si confronteranno sul tema del Diritto Ambientale, supportati da un collegio docenti di accademici italiani e stranieri, nonché da esperti del tema.

Tra le figure che ricolmeranno un calendario ricco di eventi, la professoressa Malgosia Fitzmaurice dalla Queen Mary University of London, la quale già da due anni inaugura l’iniziativa; il professor Makane Moise Mbengue dall’Università di Ginevra; la professoressa Pia Acconci dall’Università degli Studi di Teramo; il professor Riccardo Pavoni dall’Università degli Studi di Siena; la professoressa Sandrine Maljean-Dubois dall’Università Aix-Marseille; la professoressa Gabriela Alexandra Oanta dall’Università di La Coruña e infine la Dottoressa Laura Movilla dall’Università de Vigo. Patrocinato dal Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Salerno e forte della collaborazione scientifica degli atenei i cui docenti saranno parti attive nel corso dell’iniziativa, la Summer Law School è destinata a studenti, laureati, dottorandi, avvocati e altri operatori giuridici dei settori ambientale e sanitario. Vi hanno oltremodo collaborato le associazioni “Giuristi per l’Ambiente” e Greenpeace Italia Onlus GL, ambedue salernitane.

Argomenti del programma didattico? Particolare attenzione riceverà il tema “Health&Environment”, perché affrontino le correnti minacce al diritto di un’ambiente salubre; ancora, prenderanno forma una pluralità di tematiche attraverso l’analisi normativa, giurisprudenziale e dottrinale, dove gli aspetti teorici troveranno costituzione in quella dei casi pratici. Un’ottima iniziativa per comprendere la realtà contemporanea e discuterne insieme con fini e capaci interlocutori.

Antonio Iannone